Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Pubblicato da Giuseppe Luscia



C'è una percezione diffusa rispetto ai cani che stanno in canile.

A volte è esplicita, nelle persone che sono sinceramente convinte che in canile ci siano i cani 'difettosi' entrati in canile perchè 'difettosi' o diventati 'difettosi' restando in canile.

A volte è più subdola e strisciante. Nascosta sotto parole dolci e apparentemente benevole.
Lui/ Lei: “Eh, poverini i cani del canile che non POSSONO avere un PADRONE e una casa”.
Io: “mah, a dire la verità non sono proprio dei poverini, sono cani....zampe, code, lingue....uguali a....insomma....uguali a....dei cani!!! E poi chi l'ha detto che non possono avere una casa”
Lui/Lei: “si, lo so, anche io voglio molto bene ai cani. Pensa che me li porterei a casa tutti per salvarli”
Io: “No, non hai capito...voglio dire, non hanno bisogno di te che li salvi. Hanno bisogno di uscire dal canile, è vero, ma per andare nella famiglia giusta. Nessuno salva nessuno....cioè....hai capito?”
Lui/Lei: “Si ho capito, ci vuole una famiglia di brave persone che si PORTI A CASA un cane del canile....”
Io: “No, non hai capito un cazzo!!!! Qui nessuno fa un favore a nessuno. Abbiamo BISOGNO di vivere la nostra vita con gli animali, si tratta di riconoscerne il valore, di rendersi conto che attraverso la relazione con i cani esprimiamo noi stessi....va beh....lascia perdere....”
Lui/Lei: “....????....eehhh si....POVERINI!!!!”
Io: “Ma VAFFANCULO!!!!!”

Ovviamente sto scherzando, ma senza andare molto lontano dalla verità. C'è una convinzione radicata nel retrocranino della gente che porta a credere che se un cane è in canile è perché c'è qualcosa in lui che non va.

Rufus e Schizzo, i due cani che vedete nelle foto sopra sono per questo un simbolo.
Rufus e Schizzo sono ospiti del canile Rifugio Paquito di Fontaneto d'Agogna. Assieme a Fausto e Simona, hanno partecipato al corso Vivere il Cane tenuto nel mese di Ottobre da Angelo Vaira. Tre giorni di lavoro dedicati a migliorare le capacità di tutti e quattro i soggetti sui temi della leadership, dell'attenzione, della socializzazione, della gestione in libertà e tanto tanto altro.
Tre giorni durante i quali hanno potuto esprimere il meglio di se (sto sempre parlando di tutti e quattro i soggetti) dimostrando le loro qualità e diventando progressivamente il centro focale del corso.
Rufus e Schizzo hanno saputo lavorare con i loro conduttori per intere giornate, dimostrando una collaboratività straordinaria; hanno interagito il libertà con altri cani dimostrando competenze sociali di ottimo livello; hanno atteso i loro conduttori durante i pranzi e le pause dimostrando di essere pronti per vivere nel contesto urbano senza nessunissimo problema.

Attendiamo la famiglia giusta a cui affidare questi due cani. Fatevi avanti.
E fate presto!!!!
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post